lavoro intermittente

Il lavoro intermittente

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro poco prima di Natale ha chiarito un concetto che poteva dar adito a interpretazioni sul lavoro intermittente: se un’azienda utilizza lavoratori intermittenti, detti anche lavoratori a chiamata, il DVR deve indicare i rischi propri di questo tipo di lavoratori e le misure decise di conseguenza.

Non è obbligatorio vi sia una specifica sezione dedicata al lavoro intermittente, ma i rischi devono essere identificati e gestiti.

Nel caso il DVR non tenga conto di questi lavoratori, l’azienda non può assumere lavoratori intermittenti e i contratti in essere sono automaticamente convertiti in rapporti di lavoro a tempo indeterminato.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *