• Home
  • Business
Dichiarazione di conformità dell'impianto elettrico

Dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico

Una breve sintesi delle regole che riguardano la dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico nelle imprese a seconda della data di realizzazione dell’impianto.

IMPIANTO REALIZZATO DOPO IL 27/03/2008

L’elettricista deve aver rilasciato la dichiarazione di conformità (in gergo DICO), insieme al progetto.

Se manca la dichiarazione: purtroppo non si può farla a posteriori. L’unica soluzione è chiamare un elettricista disponibile a metter mano all’impianto, che al termine dei lavori rilasci finalmente la DICO, insieme ad un nuovo progetto.

Se manca il progetto: bisogna comunque chiamare un elettricista disponibile a realizzarlo.

IMPIANTO REALIZZATO TRA IL 13/03/1990 E IL 27/03/2008

L’elettricista deve aver rilasciato la dichiarazione di conformità (in gergo DICO). In alcuni casi deve anche essere presente un progetto:

  • edifici >200 m2
  • presenza di una cabina di trasformazione
  • luoghi con rischio d’incendio medio o elevato
  • luoghi ad uso medico
  • luoghi con pericolo di esplosione

Se manca la dichiarazione e/o il progetto: l’unica soluzione è chiamare un ingegnere iscritto all’albo che dovrà realizzare una dichiarazione di rispondenza (in gergo DIRI). Potrebbero essere necessari adeguamenti tecnici da parte di un elettricista.

IMPIANTO REALIZZATO PRIMA DEL 13/03/1990

L’elettricista deve aver rilasciato una dichiarazione che attesti chi ha eseguito i lavori (legge 168 del 1968), mentre non era necessario realizzare un progetto. In gergo quella dichiarazione si chiama DICO, ma il modello è diverso rispetto all’attuale.

Se manca la dichiarazione: bisogna chiamare un elettricista disponibile a controllare l’impianto e a compilare tale modello, oppure che metta mano all’impianto e al termine dei lavori rilasci finalmente la DICO (modello attuale).

Eccezione: se l’impianto è 3 kW e volete passare a 6 kW o di più, la DICO non è sufficiente. Bisogna chiamare un ingegnere iscritto all’albo che dovrà realizzare una dichiarazione di rispondenza (in gergo DIRI). Potrebbero essere necessari adeguamenti tecnici da parte di un elettricista.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *